Sabatini FVG

Le Pmi e le Grandi imprese regolarmente iscritte al Registro delle Imprese e che hanno sede operativa attiva in Friuli Venezia Giulia alla quale sono destinati per il loro utilizzo i beni ammissibili acquisiti con l’operazione finanziaria in riferimento alla quale è concesso l’incentivo.

Qualora i soggetti beneficiari non dispongano di tale sede operativa alla data di presentazione della domanda di contributo o la stessa non sia attiva, essi provvedono alla relativa attivazione entro il termine di rendicontazione.

Ciascun beneficiario può presentare una sola domanda di attivazione dell’intervento incentivante per ciascun anno solare.

Possono richiedere il contributo i beneficiari che operano in tutti i settori ad eccezione di:

  • produzione primaria di prodotti agricoli
  • pesca e acquacoltura

Alcune limitazioni sono inoltre previste per i seguenti settori: industria siderurgica, della lignite e del carbone, dei trasporti e delle relative infrastrutture, produzione, stoccaggio, trasmissione e distribuzione di energia e infrastrutture energetiche.

Acquisizione di macchinari, impianti, attrezzature e beni strumentali di impresa, nonché hardware, software e tecnologie digitali, destinati a uso produttivo, esclusi i beni acquisiti per finalità dimostrative, i beni ceduti in comodato ed i beni destinati ad essere noleggiati senza operatore.

Sono altresì ammissibili, nel limite del 15% del totale dei costi, i seguenti servizi e interventi ausiliari: imballaggio, trasporto, montaggio e collaudo dei beni ammissibili, interventi tecnici e strutturali, incluse le opere murarie, necessari all’installazione e al funzionamento dei beni ammissibili nonché per la formazione del personale propedeutica all’utilizzo dei beni ammissibili.

È ammissibile l’acquisizione di beni usati se:

  • il venditore rilascia una dichiarazione attestante l’origine dei beni;
  • il prezzo dei beni usati non è superiore al loro valore di mercato ed è inferiore al costo di beni simili nuovi;
  • le caratteristiche tecniche dei beni usati sono conformi alle norme e standard pertinenti;
  • la congruità dei costi concernenti beni usati ammissibili è attestata da perizia di stima redatta da esperto indipendente rispetto al soggetto beneficiario e scelto dal soggetto richiedente.

Finanziamenti, incluso lo sconto di effetti ed operazioni di leasing finanziario, che abbiano durata pari o superiore a 36 mesi, interamente utilizzati per l’acquisizione dei beni ammissibili e che coprano almeno il 25 per cento dei costi dei beni ammissibili e degli eventuali servizi e interventi ammissibili ausiliari.

Trattasi di contributo a fondo perduto pari al 100 per cento all’ammontare complessivo degli interessi computati in via convenzionale al tasso di calcolo (tasso di base per l’Italia individuato dalla Commissione europea in applicazione della Comunicazione del 19 gennaio 2008, relativa alla revisione del metodo di fissazione dei tassi di riferimento e di attualizzazione, più un margine corrispondente al rating del beneficiario) su un finanziamento d’importo pari a quello dell’operazione finanziaria e di durata pari a 5 anni con rate semestrali posticipate e a quota capitale costante.

Il contributo massimo concedibile è pari a € 150.000,00 ed è versato in un’unica soluzione una volta realizzata l’iniziativa di investimento.

Il contributo è cumulabile con altre agevolazioni pubbliche nei limiti di legge (ad esempio con i contributi Nuova Sabatini “Beni Strumentali” e con le garanzie concesse dal Fondo di Garanzia per le PMI).

Il contributo non è cumulabile con i finanziamenti agevolati a valere sui fondi di rotazione della Regione FVG (finanziamenti agevolati FRIE e finanziamenti agevolati Investimento e sviluppo).

Foglio di calcolo per simulazione contributo

Tasso di base per l’Italia individuato dalla Commissione Europea in applicazione della Comunicazione del 19 gennaio 2008

La domanda va presentata, via pec, prima dell’avvio dell’iniziativa, ad un soggetto richiedente convenzionato per l’attuazione della Sabatini FVG. Nel caso di applicazione del regolamento (UE) 2023/2831 (De minimis), le domande possono essere presentate anche dopo l’avvio dell’iniziativa e i contributi possono avere a oggetto iniziative avviate a decorrere dall’1 gennaio dell’anno precedente a quello di presentazione della domanda.

Successivamente al ricevimento della domanda inviata da parte del beneficiario, e comunque entro dodici mesi dalla stessa, la banca, la società di leasing o il confidi farà pervenire la richiesta di intervento incentivante al gestore della Sabatini FVG, FVG Plus, esclusivamente tramite portale informatico appositamente messo a disposizione.

Dal 01/04/2024 FVG Plus è il Gestore della Sabatini FVG

Pec: sabatinifvg@certregione.fvg.it

Per qualsiasi informazione contattare:

Gabriele Colapietro – Responsabile del Procedimentogabriele.colapietro@fvgplus.it – cell: +39 331 8082187

Lorenzo Gori – lorenzo.gori@fvgplus.it – cell +39 331 8082185

Di seguito la modulistica necessaria per richiedere ed ottenere il contributo.

Richiesta di contributo:

Richiesta di erogazione:

Per variazioni:

Legge Sabatini – n. 1329, 28 novembre 1965 – “Provvedimenti per l’acquisto di nuove macchine utensili

Legge regionale n. 3, 12 marzo 2020 – Testo vigente dal 31/10/2023
Prime misure urgenti per far fronte all’emergenza epidemiologica da COVID-19

Regolamento Sabatini FVG (DPREG 175/2019)

Allegato 1 al regolamento UE della Commissione Europea n. 651/2014definizione di PMI

Allegato A al Decreto del Direttore del Servizio 947 del 27 maggio 2022modalità tecniche di calcolo del contributo

Regolamento UE della Commissione Europea n. 651/2014 – regolamento generale di esenzione per categoria

Regolamento UE della Commissione Europea n. 2023/2831 – aiuti de minimis

Carta italiana degli aiuti a finalità regionali – aree ammesse e intensità dell’aiuto in regione

Banche, società di leasing e confidi devono compilare l’apposito modulo e inviarlo al FVG Plus all’indirizzo PEC sabatinifvg@certregione.fvg.it

Nota informativa

(Articolo 14 del Regolamento europeo 2016/679/UE (GDPR))

modello informativa privacy

Portale in fase di attivazione

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia